16 Ottobre 2020 – La giornata mondiale dell’Alimentazione: La Bottega del Pesce in prima linea per garantire cibi sani, nutrienti e sostenibili.

È passato quasi un anno da quando la crisi da Covid 19 ha colpito tutto il mondo. Dagli Stati Uniti al Giappone, dal Canada al Sudafrica, il mondo si è dovuto fermare.

Questa pausa forzata ha portato tutti noi a ripensare le nostre vite, a riflettere sulle cose per noi davvero importanti ed essenziali. In un periodo di incertezza abbiamo riscoperto l’apprezzamento per qualcosa che troppo spesso diamo per scontato: il buon cibo.

Credits: fao.org

Secondo le stime della FAO, al mondo più di 2 miliardi di adulti e quasi 400 milioni di bambini e adolescenti sono obesi. La colpa di tutto questo è da attribuire al moderno sistema alimentare industriale, che non riesce a garantire una sicurezza alimentare e contribuisce al tempo stesso al degrado ambientale.

Questi numeri sono destinati ad aumentare nel 2021; è innegabile che la crisi Covid, i lockdown mondiali, la perdita di posti di lavoro, abbiano incentivato il consumo di cibo spazzatura, più economico e più veloce da produrre e consumare.

In tutta la filiera alimentare, dalla produzione alla vendita, c’è ormai troppo poco spazio per alimenti freschi, tradizionali e locali. Si preferisce dare priorità ai profitti, sfruttando il sistema industriale fatto di colture intensive e cibi con valore nutrizionale vicino allo zero.

Nei Paesi più ricchi, e in un numero crescente di paesi in via di sviluppo, gli alimenti poco sani sono sempre più economici, facilmente reperibili e più convenienti.

Si cucina sempre meno in casa e i consumatori, in particolare nelle città, ricorrono con sempre maggiore frequenza ai fast food, presi da ritmi di vita sempre più serrati che non lasciano tempo da dedicare al cibo.

Siamo passati da alimenti di stagione, soprattutto verdure e prodotti ricchi di fibre, a diete energetiche, ad elevato contenuto di amidi raffinati, zucchero, grassi, sale, prodotti trasformati.

Secondo le stime della FAO, al mondo più di 2 miliardi di adulti e quasi 400 milioni di bambini e adolescenti sono obesi. La colpa di tutto questo è da attribuire al moderno sistema alimentare industriale, che non riesce a garantire una sicurezza alimentare e contribuisce al tempo stesso al degrado ambientale.

Alla Bottega, ci schieriamo tutti i giorni contro la diffusione di cibi industriali, dannosi per le persone e per l’ambiente.

Come ha sottolineato il Direttore Generale della FAO, Qu Dongyu, è di vitale importanza che governi e operatori del settore alimentare progrediscano verso cibi più sani per tutti per arrestare ed invertire l’aumento della fame, del sovrappeso e dell’obesità.

Bottega del Pesce è in prima linea per garantire a tutti la possibilità di gustare alimenti salubri e nutrienti, alimenti che arrivino dal mare e dalla terra direttamente a casa tua, nonostante tutti gli stravolgimenti causati dall’attuale crisi Covid 19.

Utilizziamo solo prodotti freschi e selezionati. Li prepariamo in bottega e te li portiamo a casa, come si faceva una volta.

Vogliamo riportare in tavola le buone abitudini, la bontà della tradizione italiana che tutto il mondo ci invidia.